'Fiere zootecniche internazionali', numeri da record per l'edizione che prende il via giovedì 1 dicembre

2' di lettura 29/11/2022 - Oltre 120 allevamenti iscritti con 650 capi provenienti da 8 Paesi, tre giorni di momenti informativi, formativi e di approfondimento sui differenti aspetti che ineriscono il mondo agricolo. Sono questi alcuni dei numeri da record della 77esima edizione di 'Fiere zootecniche internazionali' in programma a Cremona e presentata oggi a Milano a Palazzo Pirelli dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e dall'assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi.

Tra i presenti anche il presidente di Cremonafiere Roberto Biloni.

"E' necessario rivalutare il comparto fieristico - ha detto il governatore Fontana - perché è stato a lungo sottovalutato. Personalmente lo ritengo fondamentale a livello regionale, sia per l'economia che muove, sia per la promozione del prodotto. Ancora oggi la fiera è qualcosa di fondamentale nella quale noi dobbiamo credere. Regione Lombardia continua ad investire su questa realtà perché coinvolge e riesce sempre a creare quello scambio umano che è fondamentale".

"Questo settore è fondamentale da un punto di vista economico ma anche da un punto di vista sociale e storico per la nostra realtà. Mi fa molto piacere - ha aggiunto il presidente - che ci siano tantissimi giovani che hanno ricominciato a credere nell'agricoltura e la considerino come un modello di sviluppo fondamentale. Noi dobbiamo investire di più in agricoltura affinché possa essere messa nelle condizioni di diventare completamente sostenibile per la vita dell'umanità e ricevere quegli aiuti tecnologici che le consentono anche di essere sostenibile da un punto di vista ambientale".

"Ho visitato parecchie zone della produzione agricola lombarda - ha concluso il presidente Fontana - e ho individuato tantissime aziende che possono essere considerate circolari, nelle quali non viene buttato via niente perché tutti i reflui residui vengono utilizzati per creare energia rinnovabile".

Nella nuova edizione 2022, da giovedì 1 a sabato 3 dicembre, sarà riproposta l'unica mostra zootecnica internazionale alla quale saranno presenti moltissimi capi in gara da tutto il territorio nazionale ed internazionale.

"Siamo nella fase di transizione - ha dichiarato l'assessore Rolfi - tra l'attuale programmazione agricola e quella che inizierà nel 2023. La zootecnia per noi sarà ancora al centro dei nostri progetti. In Lombardia si alleva oltre il 25% dei bovini da carne italiani, il 50% dei suini nazionali e si produce il 45% di tutto il latte italiano. Siamo il cuore pulsante della zootecnia europea e siamo orgogliosi di un comparto che è economia, storia e tradizione delle nostre terre e che vogliamo rappresenti anche possibilità di futuro per i giovani".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2022 alle 17:06 sul giornale del 30 novembre 2022 - 58 letture

In questo articolo si parla di attualità, lombardia, regione lombardia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dFHk





logoEV
qrcode