Frode col reddito di cittadinanza, 114 denunciati nel Cremasco

1' di lettura 24/03/2023 - I finanzieri della Compagnia di Crema hanno accertato una frode all’Inps correlata all’indebita percezione del reddito di cittadinanza dal valore di oltre un milione di euro, denunciando complessivamente 114 persone

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle hanno riguardato i dati autocertificati necessari a richiedere il beneficio scoprendo che ben 114 percettori fossero sprovvisti del requisito della residenza sul territorio italiano da almeno dieci anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo, come obbligatoriamente previsto dalla legge. Attraverso false attestazioni ISEE, formulate in forma di autocertificazione, gli indagati sono riusciti ad ottenere indebitamente l’erogazione del reddito di cittadinanza per un ammontare complessivo di oltre 430.000 euro, sebbene il tempestivo intervento dei militari della Guardia di Finanza ha evitato, mediante la segnalazione all'Inps, l’erogazione di ulteriori 570.000 euro.

I soggetti coinvolti, oltre ad essere stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, sono stati segnalati all’Inps per la restituzione del beneficio indebitamente percepito oltre che per l’interruzione delle erogazioni in corso.






Questo è un articolo pubblicato il 24-03-2023 alle 16:51 sul giornale del 25 marzo 2023 - 38 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dZgX





logoEV
qrcode